Aggiornamenti Recenti Pagina 2 Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • Daxeel 07:08 il 16 December 2011 Permalink
    Etichette:   

    Palla 

    Ieri, per tutto il giorno Pietro mi porgeva la palla e mi diceva “Ba Bù” ed io ogni volta gli dicevo “palla Pietro, si chiama palla”.
    Torna la madre la sera e Pietro va verso di lei con la palla e le fa “Ba Bù” e lei “No Pietro, this is a ball”.
    Avevo scordato una cosa fondamentale.

     
    • chiaraio 11:17 il 23 dicembre 2011 Permalink

      come siete ingenui! ba bù è il nome proprio di quella palla, pietro è un passo avanti!
      ciao ba bù!

  • Daxeel 00:31 il 09 December 2011 Permalink  

    Di dita, saggi, lune e stolti. 

    Oggi, a passeggio con Pietro, sento che fa un urletto e vedo che indica la luna.
    Mi son trovato, mio malgrado, a guardargli il dito.

     
    • chiaraio 13:02 il 15 dicembre 2011 Permalink

      se il dito è del figlio, il detto non vale: l’istinto genitoriale prevarica

  • Daxeel 20:37 il 05 December 2011 Permalink
    Etichette: quant'altro   

    Precipizii 

    Ogni volta che qualcuno, sulla terra, dice “quant’altro” un angioletto del paradiso perde portanza e si schianta su un termovalorizzatore.

     
    • chiaraio 13:01 il 15 dicembre 2011 Permalink

      mi preoccupi: metticelo un po’ di tabacco…

      • Daxeel 14:06 il 15 dicembre 2011 Permalink

        Mai viste le cataste di angioletti uccisi dai quant’altro?

  • Daxeel 08:45 il 13 November 2011 Permalink  

    La prima settimana in Germania di Pietro. 

    Stiamo tornando, la settimana in Germania è finita.
    Eravamo qui da lunedì scorso e mi sarò ingrassato 10 kg.
    Pietro ha pisticchiato tantissimo e l’inquilino dabbasso ringrazierà.

     
    • chiaraio 14:53 il 26 novembre 2011 Permalink

      pensavo che avevi abbandonato il blog!
      beh! visto che siete tornati dovremo rivederci!

  • Daxeel 11:40 il 24 October 2011 Permalink  

    La noia di Rondoni 

    Nicola è noioso.

     
    • nicola rondoni 11:46 il 24 ottobre 2011 Permalink

      verissimo. A volte m’annoio ad ascoltarmi. Quando parlo da solo.

      • Daxeel 12:03 il 24 ottobre 2011 Permalink

        Volevo fare una prova di “articolo attendibile”.

  • Daxeel 22:39 il 01 August 2011 Permalink  

    Si sta aprendo un mondo. 

    Stasera Pietro camminava con ferma noncuranza coprendo l’immane distanza, paperando, che separava il nonno ed il papà.
    La mamma, al lavoro, rosicava come nessuno.

     
    • chiaraio.wordpress 10:45 il 02 settembre 2011 Permalink

      aoh! che fine hai fatto? ti sei preso un mese di ferie? o stai ancora correndo dietro a Pietro?

    • Karim 21:57 il 05 ottobre 2011 Permalink

      Ebbravo Pietro! Ma è “solo” un piccolo esploratore che inorgoglisce il babbo, o è anche il protagonista di cento e più marachelle a base di cacca, dispetti, capricci e invenzioni funamboliche?

    • Daxeel 16:16 il 06 ottobre 2011 Permalink

      Adesso Pietro ha imparato a correre ma guarda sempre dove va. Marachelle no, o almeno non ancora, ma inizia a fare i capricci per testare fino a dove può spingersi. A me ‘sta cosa diverte molto.

  • Daxeel 07:08 il 30 July 2011 Permalink
    Etichette: poesia   

    Orienti 

    Avevo fatto orientare
    gli schizzetti dei tergicristalli,
    ma oggi li ho guardati
    e mi son sembrati
    disorientati.

     
    • chiaraio 15:21 il 01 agosto 2011 Permalink

      che poeta…disorientato!

      • Daxeel 07:40 il 02 agosto 2011 Permalink

        Che dici? Chi sei? Che vuoi?

        • chiaraio 15:27 il 08 agosto 2011 Permalink

          a quando la prossima composizione?!

          • Daxeel 20:01 il 08 agosto 2011 Permalink

            non lo so, mi vengono spontagne.

  • Daxeel 20:00 il 24 June 2011 Permalink  

    Questo è un piccolo passo per un uomo 

    Stasera, distratti dalle pizze tra cui la mia alle acciughe ed olive, visto che i pizzaioli avevano finito i capperi (ERESIA!) abbiamo , con la coda dell’occhio, visto Pietro che faceva 3 passi 3 nel box prima di, come un novello Magellano, raggiungere la sponda opposta.
    Giubilo e gioia ci hanno assaliti appena prima di realizzare che poi sarà ancora più difficile corrergli dietro.
    AIUTO.

     
    • Simone Brunozzi 05:59 il 25 giugno 2011 Permalink

      E bravo il Dax 2.0!!

    • Karim 20:45 il 08 luglio 2011 Permalink

      Grande! Già lo vedo, aprirà un blog con le mappe delle sue prime camminate in giro per casa! Hihihihi…

      • Daxeel 01:25 il 12 luglio 2011 Permalink

        Allora è per questo che mi ha chiesto il conta passi!

    • chiaraio 12:56 il 18 luglio 2011 Permalink

      ah ah ah! Il ragazzo è avanti, non c’è che dire. Preparati a sigillare cassetti, sportelli e forno.

  • Daxeel 17:33 il 13 June 2011 Permalink  

    Domenica pomeriggio con la promessa di un cono… 

    Domenica pomeriggio con la promessa di un cono da gelato, convinciamo Pietro ad andare a votare.
    Arrivati al seggio, per prima cosa, facciamo la foto per quello del voto di scambio e poi Serena entra per votare; io rimango fuori con Pietro facendo, col passeggino, lo slalom delle fioriere.
    Esce una signora anziana che accompagna un’altra signora ancora più anziana. La signora anzianissima si gira verso Pietro e fa:

    • Ha votato?
    • Magari, ma ancora non sa scrivere.
    • Peccato, sarebbe stato un voto in più. Dici che lo faranno ancora votare tra 20 anni?
    • Spero di si, signora (ero atterrito).
    • Speriamo anche che tra vent’anni non ci siano più questi, io sicuramente non ci sarò ma spero che neppure questi.

    Me la volevo portare a casa.

     
    • chiaraio 15:43 il 14 giugno 2011 Permalink

      Al seggio dove sono andata io c’era una presidente così “pro-referendum” che se fossi tornata con un altro documento mi avrebbe anche fatto rivotare!
      Vedo che state già educando pietro alla coscienza politica, dubito però sull’imparzialità…!
      Ma dopotutto alla elementari gli insegneranno la religione cattolica, almeno lui arriverà già preparato alla faziosità! hi hi

  • Daxeel 18:00 il 26 April 2011 Permalink  

    Capricci 

    Oggi ci siamo accorti del primo capriccio di Pietro.
    Voleva la sveglia della madre e quando ha provato a godzillarla e gliel’abbiamo tolta ha iniziato a frignare.

    Inizia la battaglia.

     
    • chiaraio 12:05 il 23 maggio 2011 Permalink

      Ah Ah Ah, è solo l’inizio!

    • Daxeel 13:58 il 23 maggio 2011 Permalink

      Consigli?

    • Karim 20:25 il 25 maggio 2011 Permalink

      Pig Zoz! A forza di trovare il blog non aggiornato avevo smesso di visitarlo, e invece ora è una magnifica pietreide!!! Bene bene, tornerò assiduo.
      Baci al pupo conducador!

    • chiaraio 21:13 il 26 maggio 2011 Permalink

      Se non sono oggetti pericolosi per lui o troppo cari per voi (e quindi non “scocciabili”) si può lasciarlo giocare con tutto, deve fare esperienza, se invece lo sono occorre distrarlo con qualcos’altro facendo finta che l’altra cosa è proprio migliore, anche per te.
      quando sarà più grande e farà capricci “gratuiti” bisogna ignorarlo, ovviamente non assecondarlo e lasciarlo sfogare…va be’ è un discorso lungo. leggi “fate i bravi” di tata lucia che fai prima. ciao papone!

c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Risposta
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Cancella